Bonus Impianti Elettrici 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
bonus impianti elettrici fino a 1200 euro per appartamento

Rifare un vecchio impianto elettrico è una delle tante operazione che rientra nella tipologia dei lavori considerati opera di manutenzione straordinaria.

Quindi se vengono rispettati tutti i requisiti di legge, il titolare dell’immobile può portare in detrazione i costi per un importo pari al 50% del costo sostenuto fino ad un massimo di €96.000 di importo totale.

Il bonus impianti elettrici è nei fatti il rimborso per chi esegue opere di ammodernamento delle vecchie colonne montanti dell’energia elettrica in edifici commerciali, condomini o privati.

L’incentivo assume un notevole valore qualora in un condominio siano previsti interventi di ristrutturazione o per la centralizzazione dei contatori di luce e gas. La finalità di quest’articolo è scoprire come funziona il bonus, chi ne ha diritto e a quanto ammonta.

La detrazione viene effettuata in 10 rate annuali di pari importo e l’aliquota 50% rimarrà in vigore fino al 31 dicembre 2021, cioè fino alla prossima Legge di Stabilità.

I requisiti per richiedere il bonus impianti elettrici

Per poterlo richiedere serve che i requisiti qui elencati siano rispettati:

  • L’impianto deve essere a norma, ovvero rispettare la CEI 64-8, che definisce i criteri di efficienza energetica riguardanti il progetto, la messa in opera e la verifica degli impianti elettrici a tensione nominale non superiore a 1.000V in corrente alternata o 1.500 in corrente continua.
  • La certificazione del rispetto della norma, che serve ad indicare che l’impianto non presenta alcun tipo di difetto, deve essere redatta da un professionista abilitato.
  • Deve essere presente una dichiarazione di conformità (DiCo) ai sensi del DM 37/08: documento che l’installatore è obbligato a rilasciare qualora realizzi impianti elettrici, idraulici, di riscaldamento, radiotelevisivi, di cottura o canne fumarie.
  • Deve esserci anche la dichiarazione di rispondenza (DiRi) ai sensi del DM 37/08: documento sostitutivo che viene redatto in mancanza del Certificato di conformità, poiché inesistente o irreperibile.

Chi sono i beneficiari del bonus impianti elettrici?

Possono richiedere la detrazione fiscale i seguenti soggetti:

  • proprietari immobili o titolari di usufrutto;
  • locatari (affittuari);
  • società private, cooperative e organizzazioni.

A quanto ammonta il contributo?

L’agevolazione Bonus Impianto Elettrico 2021 permette di ottenere una detrazione IRPEF pari al 50% dei costi sostenuti per un importo totale massimo di 96.000€. In sostanza si possono ottenere fino a 48.000€ detratti in 10 rate annuali di pari importo.

Come ottenere la detrazione

Per ottenere la detrazione è di fondamentale che tutti i pagamenti siano effettuati tramite bonifico bancario o postale. Se il pagamento viene effettuato in contanti, non si può assolutamente beneficiare del bonus.

Il pagamento tracciato è quindi un requisito fondamentale per il bonus.

Presso gli istituti bancari e gli uffici postali è possibile richiedere il modulo precompilato per le detrazioni, con la dicitura corretta, in modo da evitare eventuali errori di compilazione.

Da casa tramite l’home banking di ogni istituto di credito è presente l’opzione bonifici per detrazione, per effettuare un’operazione ancora più veloce e sicura.

Categorie Blog

Hai delle curiosità? Contattaci subito!

Seguici sui social

Articoli recenti